Progetto fotografico “Tra le nuvole”

TRA LE NUVOLE” progetto fotografico di Paola Arpone e Georgia GarofaloIn origine tutto era semplice, avevano delle domande dirette, e si aspettavano risposte dirette:

  • Chi sono le persone transessuali?
  • Perchè “scelgono” di affrontare il percorso della transessualità?
  • Come vengono visti dalla comunità?
  • Perchè non se ne parla mai in maniera esaustiva?

In realtà le risposte che hanno trovato sono altre domande a risposte molteplici. Si parla di esseri umani, animi in conflitto, sentimenti tormentati, aspettative di vita, proiezioni future. Si parla di te, di me , di noi. Si parla di difficoltà, i dubbi , i contrasti interni, i contrasti esterni, la burocrazia, l’amore che viene dagli altri, l’amore verso noi stessi, la felicità nella conquista, consapevolezza. Mentre s’incamminano continuano a scoprire mondi all’interno del mondo Transgender che apre più interpretazioni. E’ a questo punto che hanno deciso la loro interpretazione, il primo approccio a tutto ciò per loro è allegorico.Un’immagine simbolica portata dalla consapevolezza, dalle decisioni forti e dalle rivalse.

Quindi il loro scenario fotografico sarà surreale, sfondo azzurro, nuvole definite, vestiti da uomo, bombetta per gli uomini e tacchi a spillo per le donne. Immagini belle e chiare, volti ironici e sorridenti. Liberamente ispirate alle immagini di Renè Magritte e all’ironia di Charlie Chaplinnell’immagine si vedrà positività, uomini e donne affascinanti, consapevoli e forti.

Il pubblico troverà nelle didascaliche spiegazioni, alternate alle foto, le nozioni reali riguardante la fatica della transessualità, che in maniera diretta e schietta si contrappongono alle immagini ironiche e solari dei modelli Male to Female ed Female to Male10 immagini (5 MtoF, 5 FtoM) con sotto descrizione del modello, 8 pannelli con spiegazioni.

Ogni modello/a terrà in mano un palloncino nel quale verrà scritto una caratteristica che rappresenta, ha rappresentato o rappresenterà lo/a stesso/a modello/a.

Inoltre si cerca due volontari, una MtoF e uno FtoM, disposti a rilasciare un’intervista sulla tematica che sarà visualizzata in uno o due monitor a loop, questo elemento video permetterà, secondo noi, allo spettatore di avvicinarsi empaticamente ai modelli fotografati e alla tematica affrontata. Tra le nuvole” rappresenta il primo passo per avvicinarsi al mondo della transessualità il titolo in maniera voluta, anticipa sia l’interpretazione fotografica, sia il concetto. Elementi dissacranti rappresentati come angeli terreni.

Per chi è interessato/a a partecipare a questo progetto fotografico può contattare direttamente le autrici:

Con il contributo di: Sportello Trans ALA Milano
Con il patrocinio di: ALA Milano Onlus  
 

Progetto fotografico “Dysphoria”

“Cosa significa essere transessuali, o meglio transgender, e cosa cercano queste persone? Il comportamento sessuale, così tanto discusso dalla società, seppur strettamente connesso, ha un ruolo secondario, perché non è questo, bensì la ricerca di una propria identità di genere diversa da quella “prescelta alla nascita“, a spingere queste persone a fare tanto e a subire tutte le conseguenze delle loro scelte, pur di sentirsi bene con se stesse. Sentirsi bene nel proprio corpo e nella propria psiche, che non sentono loro, ma che non possono restituire al mittente come fosse un regalo non gradito.”

Queste sono alcune delle motivazioni alla base del progetto fotografico di Daniele Vannini dal tema “Dysphoria, un progetto che prende forma grazie alla collaborazione di Antonia Monopoli, responsabile dello Sportello Trans ALA Milano.

Daniele, fotografo trentenne della provincia milanese, utilizza il mezzo fotografico per conoscere, vivere e raccontare quelle realtà che spesse vengono additate dalla società come immorali, pericolose, scomode, utilizzando l’empatia e la curiosità come strumento primario per il suo lavoro.

Daniele immagina, e scrive: “Mentre Antonia mi parla, tento di immaginare come sarebbe se fosse toccato a me, se fossi stata femmina in corpo di maschio. Vedermi allo specchio e non riconoscermi. Io, estranea per me stessa. Io, imprigionata in una pelle che vorrei strappar via. Sentirmi da sola e non volerci credere, pensando “non è vero, è solo un momento e passerà“. Ma non passa, anzi, si fa sempre più forte e impossibile da ignorare. Mi nascondo, per tentare di essere me stessa. Mi trucco, mi vesto come qualsiasi altra donna, mi atteggio come qualsiasi altra ragazza, lontana dagli sguardi del mondo, non per farmi ammirare, ma per scappare nel mio vero io, almeno per un momento. Sono spicchi di me stessa, briciole di libertà gelosamente celate, attimi vitali come l’aria. Ma come tenere nascosta quella che sono al resto del mondo per sempre? Come convivere con questa pelle, come accettare di vivere veramente solo per qualche ora al giorno, chiusa in queste quattro mura? E allora prendo una scelta, inizio il mio percorso, la mia trasformazione, e alle difficoltà se ne aggiungono altre. La famiglia che non capisce, la società che giudica e prende di mira, il lavoro perso perché “nessuno vuole sul posto di lavoro una specie di clown, tanto più se é frocio“. E non trovando altro, con lo stomaco che pretende di mangiare, faccio quello che non avrei mai immaginato di fare, vendendo quello che di più caro ho: me stessa.  Prostituisco quello per il quale ho lottato e subito tutto quanto. Mi prostituisco in nome della mia libertà, che chiede il conto e mi fa perdere l’amore, la stima per quella che sono. Depressa, sola, spaventata. Finché, un giorno, prendo in considerazione l’idea di dire Addio a tutto e a tutti. E forse, un giorno…sarà troppo tardi.”

Attualmente Daniele lavora con due ragazze impegnate nel loro percorso MtF conosciute grazie ad Antonia, ma desidera entrare in contatto con altre persone da inserire nel progetto. La ricerca è rivolta sia a persone MtF che FtM, senza limiti d’età o di nessun altro tipo. Per chi fosse interessato/a, o semplicemente volesse ricevere ulteriori informazioni mail: danivannini@gmail.com

 

Chiusura del Centro Polifunzionale “Via del Campo”

Dopo cinque anni di intensa attività il Centro PolifunzionaleVia del Campo” si vede costretto a sospendere il servizio finora erogato a causa di mancati finanziamenti.

Martedì 15 dicembre 2015 il centro polifunzionale è stato aperto al pubblico dalle ore 13.30 alle ore 16 per l’ultima volta con la presenza delle operatrici Monica Ferrari,  Antonia Monopoli e il dott. Maurizio Bini per le consulenze endocrinologiche e per i saluti di rito.

Siamo però fiduciosi che in un futuro prossimo saremo in grado di poter riprendere le attività, consapevoli che un servizio come quello erogato è unico e necessario in una città come Milano.

Vorremmo intanto ringraziare tutte le persone che hanno usufruito del servizio e per aver reso il Centro Polifunzionale un luogo vivo ed attivo, di aver sperimentato con le operatrici nuove modalità di consultazione che hanno reso più ospitali ed accoglienti anche visite che piacevoli non erano.

Il servizio si è andato strutturando in base alle richieste ed ai consigli e si permettono di dire anche chi ha usufruito del Centro Polifunzionale è cambiato/a insieme al team delle educatrici e degli educatori.

Molte persone che hanno usufruito del servizio ha chiesto come fare per contribuire a portare avanti le attività come ad esempio le consulenze endocrinolgiche o gli accompagnamenti ai servizi.

Per tale ragione vi vogliamo lasciare il numero di un conto corrente in modo da permettere a chiunque, anche con un semplice gesto, dare un contributo per finanziare il Centro Polifunzionale e riattivare le attività.

Sostieni tramite un bonifico bancarioBanca Popolare Milano
C/C 46556
IBAN: IT47Q0558401620000000046556
 nella Inserire nella causale: SOSTEGNO VIA DEL CAMPO

In sostituzione del Centro PolifunzionaleVia del Campo” che non sarà più attivo, si potrà contattare per tutte le informazioni ed i servizi che offre la città di Milano: Sportello Trans ALA Milano Onlus situato in Via Pietro Boifava 60/A dove riceve tutti i mercoledì dalle 10 alle 17 solo su appuntamento, oppure chiamare la Linea Amica Trans Cell. 377.70.79.633. Il team delle educatrici e degli educatori Vi porgono cordiali saluti. 

 

Le discriminazioni per orientamento sessuale e per identità di genere sul luogo di lavoro

Studio Legale LPR organizza in collaborazione con ufficio Casa dei Diritti del Comune di Milano e UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), la tavola rotonda sul tema: “Le discriminazioni per orientamento sessuale e per identità di genere sul luogo di lavoro” in data venerdì 11 dicembre 2015 ore 17.30 presso la Casa dei Diritti, via De Amicis 10 Milano.

Obiettivo dell’incontro è incrementare la conoscenza e la consapevolezza dell’opinione pubblica sul tema dell’esclusione socio-lavorativa delle persone LGBTI (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender, Intersessuali). Il convegno si prefigge di analizzare, anzitutto, il concetto di orientamento sessuale e di identità di genere, nell’ambito della normativa comunitaria e nazionale, quali aspetti da tutelare da possibili comportamenti discriminatori, le interessanti evoluzioni in tale ambito, le battute d’arresto e le problematiche connesse.
Il taglio della tavola rotonda è di ampio respiro: parteciperanno operatori del diritto, realtà sindacali, imprese e associazioni LGBTI. I
ntroduce e modera l’avvocata dello studio legale LPR, Federica Rocca.

Intervengono:

  • Pietro Falletta – docente presso l’Università Luiss di Roma;
  • Caterina Caput – avvocato della Rete Lenford;
  • Laura Podagra  – avvocata dello studio legale LPR;
  • Mauro Lotumolo – avvocato dello studio legale LPR;
  • Igor Suran  direttore esecutivo Parks – Liberi e Uguali;
  • Umberto Costamagna –  presidente Call & Call Holding S.p.A.;
  • Massimo Mariotti – responsabile ufficio politiche sociali CGIL;
  • Antonia Monopoli – responsabile dello Sportello Trans – Ala Milano Onlus;
  • Umberto Gerli – coordinatore Gruppo Lavoro CIG Arcigay Milano;
  • Stefano Bolognini direttore del magazine Pride.

Concluderà il convegno Piero MartelloMagistrato, Presidente Sez. Lavoro Tribunale di Milano. La partecipazione al convegno è gratuità e aperta a tutta la cittadinanza fino a esaurimento posti. Come arrivare: MM2 S. Ambrogio e Bus n. 94, oppure da MM1 e/o MM3 Duomo e Tram n.14 e/o n. 2. Per adesioni e informazioni: tel.02 36696456, mail: avvocati@studiolpr.it Puoi scaricare la locandina 

Il tuo tabù è la mia famiglia – Zona 2 tdor15


ALA Milano Onlus
 in partnership con Ufficio Casa dei Diritti del Comune di Milano e in collaborazione con il Consiglio di Zona 2 ri-presentano la mostra fotografica curata da Valeria Abis denominata “Il tuo tabù è la mia famiglia” in occasione del TDoR15 (Transgender Day of Remembrance) giornata commemorativa per le vittime di transfobia, il 16 novembre 2015 alle ore 18.30 presso la Biblioteca Crescenzago – Via Don Orione 19 – Milano, si svolgerà il workshop con la proiezione del documentario denominato: “O sei uomo o sei donna…Chiaro?!” di Enrico Vanni, con i seguenti relatori:

  • Vincenzo Cristiano – Presidente Associazione ALA Milano Onlus
  • Antonia Monopoli – Responsabile Sportello Trans ALA Milano Onlus
  • Chiara Amanda Repetto – Psicologa Sportello Lavoro ALA Milano Onlus

Transessualità, vuol dire anche famiglia, lavoro, casa, diritti.
Vieni a scoprirne di più…

Locandina scaricabile: “Il tuo tabù è la mia famiglia – tdor15
La mostra potrà essere visitabile fino al 30 di novembre 2015 con i seguenti giorni e orari: lun – ven 9 – 19.15 / mer 14 – 19.15 / sab 9 – 18.45. (lun – ven – sala lettura fino alle 23) raggiungibile con mezzi pubblici: MM2 Cimiano – Bus 44 – 51 – 53 – 56. Accessibile ai disabili.

Sguardi Trans – L’Altro Martedì 1a puntata 2015/2016

Care lettrici e cari lettori,
come accennato nell’articolo precedente “Storie Transgender”, Antonia Monopoli responsabile Sportello Trans di ALA Milano Onlus e curatrice della rubrica denominata “Sguardi Trans” storie di vita quotidiana di persone transgender e transessuali all’interno della tra(n)s-missione radiofonica “L’altro Martedì” di Radio Popolare condotta da Eleonora Dall’Ovo, nella prima puntata del palinsesto 2015/2016 andata in onda il 6 ottobre 2015 è stata intervistata Samantha Trapanotto, nata in Sicilia, oggi una donna affermata di 41 anni, dove il suo sentirsi è prima di tutto un essere umano con dei sentimenti, e poi una donna competente nel suo lavoro di consulente estetica free lance. Durante la tra(n)s-missione ci ha raccontato degli aneddoti della sua vita, per esempio a 19 anni ha iniziato la sua transizione, di cui da sempre ha saputo di intraprenderla perché notava durante la sua crescita sul suo corpo una predisposizione del genere opposto a quello di nascita, e perché la psiche diceva tutto il contrario del sesso biologico, e quindi il forte desiderio di adeguare il genere al soma, dove la famiglia, gli amici e gli abitanti del suo paese natale sono stati sempre accanto non facendole mancare l’affetto e il sostegno, un padre che ha cercato di starle molto vicino aiutandola anche economicamente per affrontare l’intervento chirurgico sessuale ed avere un accesso al mondo del lavoro come donna senza avere discriminazioni, e ha raccontato tanto altro ancora. In questa tra(n)s-missione si ricorda l’anniversario annuale del Transgender Day of Remembrance e lo Sportello Trans di ALA Milano Onlus in questa occasione il 16 di novembre ha organizzando una proiezione del documentario “O sei Uomo o sei Donna…Chiaro?!” di Enrico Vanni con dibattito a seguire, presso la Biblioteca Crescenzago Zona 2, azione all’interno della mostra fotografica curata da Valeria Abis denominata “Il tuo tabù è la mia famiglia”, ovviamente per approfondimenti vi suggeriamo di ascoltare la tra(n)s-missione cliccando il podcast.radiopopolare.it.
Un carissimo saluto e alla prossima.

Storie Transgender – L’Altro Martedì palinsesto 2015/2016

Ritorna a grande richiesta per il terzo anno la “Rubrica Transgender” gestita da Antonia Monopoli responsabile dello Sportello Trans di ALA Milano Onlus, denominata “Sguardi Trans“. Attraverso interviste ad alcune testimonianze transgender conosceremo il passato, il presente e il futuro delle stesse persone, e molto altro ancora associato al mondo transgender. Quando, dove e a che ora? Questo martedì 6 ottobre ’15, durante la tra(n)smisione radiofonica omosessuale e transgender de “L’Altro Martedì” condotta da Eleonora Dall’Ovo, dalle ore 20.30 alle ore 21.30, su Radio Popolare 107.600 Mhz, satellite Eutelsat Hot Bird 8, 13° est, 11.541Mhz, dove in questa prima puntata del palinsesto 2015/2016 intervisterà Samantha. Vi aspettiamo.

Il tuo tabù è la mia famiglia – Zona 4

ALA Milano Onlus in partnership con Ufficio Casa dei Diritti del Comune di Milano e in collaborazione con il Consiglio di Zona 4 presentano la mostra fotografica realizzata da Valeria Abis denominata: “Racconti Biografici“: Molte persone transessuali hanno un lavoro, un famiglia e degli amici … esattamente come tutti noi. L’inaugurazione si svolgerà il 22 settembre 2015 – ore 18.00 presso la Biblioteca OglioVia Oglio 18, Milano. Durante l’inaugurazione saranno allestiti i “Racconti Biografici” e ci sarà la proiezione con dibattito del documentario “O sei uomo o sei donna… Chiaro?” di Enrico Vanni.

Interverranno:
Loredana BigattiLa Presidente del Consiglio di Zona 4
Luciana BarbaranoLa Presidente Commissione Politiche Sociali Consiglio di Zona 4
Vincenzo Cristiano Il Presidente Ass. ALA Milano Onlus
Antonia MonopoliLa Responsabile Sportello Trans – ALA Milano Onlus
Luca Rousseau – Il Psicoterapeuta dell’Unità Operativa di “Via del Campo” – ALA Milano Onlus  
...alcune/i delle/dei protagonisti con le loro storie.

I Racconti Biografici saranno allestiti dal 22 settembre al 29 settembre 2015 – visitabili con i seguenti orari e giorni: dal lunedì al sabato 9.30 -19.45; mercoledì 14 – 19.45. Raggiungibile: mezzi pubblici – bus 77, 84, 93, 95 / M3 (Brenta / Corvetto). Accessibile ai disabili.

Potete scaricare la locandina

Proiezione del documentario: Metamorfosi

Domenica 21 giugno alle ore 19, AndriGiniArte Paolo Lipartiti e Sergio Cammarota con la collaborazione di ALA Milano Onlus, presso Ufficio Casa dei Diritti del Comune di Milano presentano il docufilm: Metamorfosi con una loro visione dell’identità di genere e della metamorfosi. L’iniziativa è nell’ambito delle manifestazioni della Pride Week 2015. Madrina dell’evento Antonia Monopoli responsabile dello Sportello Trans ALA Milano, la quale introdurrà la serata. Ingresso libero.

Sinossi: Durante l’atmosfera intima di una cena due persone, Miki e Stefania, raccontano la loro storia: dall’infanzia al presente affermano con forza l’esigenza di essere ri-conosciuti nel genere sessuale nel quale si  identificano e non in quello biologico in cui sono nati, ripercorrono le vicende che hanno scandito il loro percorso di crescita, di consapevolezza e di transizione, fino alla decisione sofferta ma liberatoria di riassegnazione chirurgica, di autodeterminazione dei loro corpi.

Una trasformazione che non riguarda solo il corpo fisico, ma anche il corpo sociale e la vita intima delle persone, con un interesse particolare alle diverse dinamiche relazionali e affettive che vivono. La transessualità vissuta lontana dai soliti stereotipi in cui per decenni è stata semplicisticamente  rinchiusa, prende luce in una dimensione nuova: persone bisognose di normalità, di libertà, di famiglia, di amarsi e amare.

Esperti di identità di genere, psicoterapeuti, sessuologi, ma anche drag queen e transgender contribuiscono con il loro punto di vista a far luce sull’antico mistero che da sempre avvolge l’esistenza dell’uomo ed il suo desiderio di cambiamento, di metamorfosi.

Dioniso (lo stesso regista-performer), il Dio androgino, vaga, vaneggia, si rivela trionfante sull’onda impetuosa delle parole degli ospiti e degli intervistati, fra farfalle, maialini e capre.

Per saperne di più:
Milano Pride
Metamorfosi

Convegno Sconvegno – Transessualità e accesso al lavoro

Convegno Sconvegno Buone prassi, criticità, sfide e prospettive future
Iniziativa nell’ambito delle manifestazioni della Pride Week 2015
25 giugno 2015 dalle ore 10.00 alle ore 12.00
presso Comune di Milano in Via Edmondo De Amicis 17
interverranno:
Pierfrancesco Majorino –
 Assessore Politiche Sociali Comune di Milano
Miriam Pasqui – Responsabile Ufficio Casa dei Diritti Comune di Milano
Vincenzo Cristiano – Presidente Associazione ALA Milano Onlus
Arianna Vecchi – Sportello Lavoro Associazione ALA Milano Onlus
Marco Buemi – Responsabile UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali)
Stefano Vitaloni – Centro di Mediazione al Lavoro Comune di Milano
Igor Suran – Direttore Esecutivo Parks – Liberi e Uguali
Dibattito aperto e moderato da Antonia Monopoli, responsabile
dello Sportello Trans ALA Milano Onlus
Seguirà un piccolo rinfresco.
Per scaricare la locandina:
ConvegnoSconvegno_Locandina_ALA_Milano_Onlus
Evento pubblicato sul sito di Milano Pride