Forze dell’Ordine contro Omofobia e Transfobia

PROGRAMMA:

  • Ore 10:30 – Apertura della Conferenza, saluti di benvenuto e introduzione del programma – presentazione di Polis Aperta, Associazione LGBT di appartenenti alle Forze Armate e alle Forze dell’Ordine.
  • I Parte: “Sicurezza e Comunità: Forze di Polizia contro Omofobia e Transfobia”, il ruolo fondamentale di chi indossa l’uniforme nella lotta contro le discriminazioni e i crimini ai danni della comunità LGBT.

Conoscenza e Formazione.

  • Cosa è stato fatto, e cosa si può fare, le esperienze formative in Italia e all’estero. Percezione e Paura.
  • Fine dell’antagonismo tra operatori e comunità, come superare il fenomeno della mancanza delle denunce di fronte ad un aumento dei crimini Omo/Lesbo/Bi/Transfobici.
  • I Casi.
  • Conoscerli per contrastarli, uno sguardo sui recenti fatti di cronaca.

Interverranno rappresentanti delle Forze dell’Ordine e autorità istituzionali:
il Vice Console degli Stati Uniti d’America per la Stampa e la Cultura a Milano, Deputy Public Affairs Officer, Rami SHAKRA; il Membro della Knesset (Parlamento Israeliano) Amir OHANA; il Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato Dr. Stefano CHIRICO, in rappresentanza dell’O.S.C.A.D. (Osservatorio Contro gli Atti Discriminatori del Ministero dell’Interno), il Direttore dell’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) Francesco SPANO, il Presidente ANDDOS (Associazione Nazionale contro le Discriminazioni da Orientamento Sessuale) Mario Marco CANALE, la Responsabile dello Sportello Trans A.L.A. Milano, Antonia MONOPOLI.

Pausa

  • II Parte: “Sindacati e Lavoratori LGBT in Polizia: Libertà e Uguaglianza nel Lavoro e nella Vita”, apprendere e condividere le buone prassi nazionali ed internazionali per l’inclusione e l’uguaglianza dei lavoratori delle Forze di Polizia, a prescindere dal loro orientamento sessuale e identità di genere, e riflettere sulla responsabilità ed il ruolo delle organizzazioni sindacali.
  • I Rami della Discriminazione.
  • Sesso, Età, Religione, Razza, Malattia e/o disabilità, Orientamento Sessuale e di Genere, inclusione ed uguaglianza sul lavoro.
  • Il Mobbing Omo/Lesbo/Transfobico.
  • Quando non importano le capacità, quando è la sola vita privata a qualificarti, le organizzazioni sindacali devono creare un luogo di lavoro sicuro per i dipendenti.
  • Violenza Fisica e Psicologica.
  • Anche oggi la lingua ferisce più della spada.

Interverranno rappresentanti delle maggiori sigle sindacali confederali e di categoria: Dr.ssa Evelina ARGURIO, Responsabile dello Sportello contro le discriminazioni del S.I.L.P./C.G.I.L., il Dr. Fabrizio CAIAZZA, Coordinamento Diritti U.I.L./F.P.L., e la Dr.ssa Sarah MUSOLINO, Dipendente del Ministero dell’Interno in ruolo civile.

Pausa Pranzo

  • III Parte: “Transessuali in Uniforme… è veramente un tabù?”, uno sguardo sulla situazione italiana e mondiale sulla condizione dei colleghi in transizione e sul triplo ostacolo dell’accettazione personale, sociale e nelle caserme.

Interverranno per raccontante le loro storie:
il Sergente Liam RUBIN, adesso civile, arruolata nell’esercito israeliano come Linoy, congedata come Liam alla fine del regolare servizio di leva; per l’Italia Stefania PECCHINI, Assistente della Polizia Locale di San Donato Milanese.

  • Video messaggio dell’On. Ulrike Lunacek, Vicepresidente del Parlamento Europeo e Co-presidente dell’Intergruppo LGBTI

Pausa

  • IV Parte: “Polis Aperta: Traguardi Raggiunti e Nuovi Orizzonti”, uno sguardo su quanto fatto fino ad oggi e gli obiettivi dell’immediato futuro.
  • Presentazione dell’E.G.P.A. (European LGBT Police Association).
  • Video della Prima Conferenza Mondiale delle Forze di Polizia LGBT, tenutasi ad Amsterdam dal 3 al 6 agosto 2016.
  • Video promozionale di presentazione della prossima Conferenza Europea che si terrà a Parigi (Francia) nel 2018.
  • Video promozionale di presentazione della Seconda Conferenza Mondiale che si terrà a Toronto (Canada) nel 2019.

La Conferenza verrà moderata: dalla Dr.ssa Simonetta MORO e dal Dr. Gabriele GUGLIELMO, rispettivamente Presidente e Segretario Nazionale di Polis Aperta, in forza nei Corpi di Polizia Locale dei Comuni di Bologna e Torino.

Nel Corso della Conferenza verranno consegnati per la prima volta, a coloro che indossando una divisa si siano distinti nella battaglia per i Diritti Civili della comunità LGBT, anche non facendone parte, i Laurel Hester Awards, targhe onorarie in memoria del Tenente di Polizia statunitense che, ormai malata terminale, lottò fino all’ultimo giorno della sua vita affinché alla sua compagna fossero riconosciuti gli stessi privilegi che spettavano ai coniugi dei colleghi etero.

  • Ore 17:30 – Chiusura della Conferenza, ringraziamenti e saluti finali.

Al termine di ogni sessione ci sarà la possibilità di:
per il pubblico di intervenire e porre domande inerenti gli argomenti trattati.

Potete scaricare la locandina

Storie di persone transgender


Sabato 17 settembre ore 11
presso la fiera “L’Isola che c’è” all’interno del parco Comunale di Villa Guardia, Como, si svolgerà l’evento di sensibilizzazione organizzato dal Coordinamento Comasco Contro l’Omofobia.

Alla discussione sui temi, riguardo le persone transgender, saranno presenti i seguenti relatori:

  • Loredana Monti, donna transgender, manager e scrittrice.
  • Antonia Monopoli, responsabile dello Sportello Trans ALA Milano Onlus
  • Maria Grazia Sangalli, avvocata e presidente Rete Lenford avvocatura per i diritti delle persone LGBT
  • Moderano la discussione Mauro Pirovano e Franco Andrea Sicoli, dell’Associazione Renzo e Lucio di Lecco.

Inoltre sarà allestita la mostra fotografica “Ancora più vicino” di Nora Kabli.

17 maggio 2016 giornata mondiale contro l’omotransfobia


In occasione della giornata mondiale contro l’omotransfobia, ALA Milano Onlus vi invita a partecipare alla proiezione del film “Pride”, martedì 17 maggio ore 16,30 presso  l’Università degli Studi di Milano in via Festa del Perdono 7, l’evento è organizzato con il supporto di varie associazioni e istituzioni.

L’evento si svolgerà presso l’Aula Magna dell’Università, verrà inaugurato con i saluti istituzionali di Gianluca Vago, Rettore dell’Università degli Studi di Milano e di Sandro Gozzi, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Interverranno:

  • Marilisa D’Amico, Università Statale di MIlano
  • Mr Shakra Rami, Vice Console Stati Uniti d’America con delega per i Diritti delle persone LGBT in Italia
  • Mauro Grimoldi, Casa Diritti Comune di Milano
  • Roberto Zacheo, Ricorrente alla Cedu nella sentenza Oliari
  • Lele Jandon, il Cinema e i Diritti
  • Paolo Pobbiati, Amnesty International

seguito dei saluti verrà proiettato il film, “Pride”, di Matthew Earchaus. (2014) Ingresso fino ad esaurimento posti dalle ore 16.00Il film sottotitolato e dibattito tradotto nella lingua dei segni. Vi aspettiamo!

 

Conferenza stampa e presentazione evento su “omotransfobia”

Il 12 Maggio 2016 alle ore 12 presso la sede ASA in via Arena 25 (M2 Sant’Agostino e Porta Genova) si svolgerà la conferenza stampa e presentazione dell’evento su omotransfobia “LA STATALE PRIDE

Presentazione dell’evento organizzato per Martedì 17 Maggio p.v. da un nutrito gruppo di associazioni LGBT milanesi (anche gruppi studenteschi universitari LGBT della Statale, della Bocconi, del Politecnico e della Bicocca) in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano (in particolare con il Team Strategico contro le Discriminazioni e le Diseguaglianze DIReCT, coordinato dalla Prof.ssa Marilisa D’Amico, costituzionalista), il Comune di Milano – Ufficio Casa dei Diritti; e con il patrocinio di UNAR Presidenza del Consiglio dei Ministri; Amnesty International – Sezione Italiana, e del Consolato Americano, presenteranno la proiezione speciale del film “Pride” che si svolgerà martedì 17 maggio alle ore 16,30 presso Aula Magna dell’Università Statale in via festa del Perdono 7 Milano. 

Alla Conferenza Stampa interverranno:
Raffaello Della Penna
Prof.ssa Irene Pellizzone – Università Statale di Milano
Mauro Grimoldi – Casa dei Diritti
Marinella Zetti – ASA per Candellight
Rappresentanti dei gruppi universitari LGBT

Seguirà rinfresco.

Per informazioni :
ASA Onlus
Via Arena, 25 ( M2 Sant’Agostino P.ta Genova ) 20123 Milano – Tel.0258107084

Progetto tesi: “L’infermiere oltre i pregiudizi”

Nuove prospettive infermieristiche per le persone con disforia di genere.

Mi chiamo Dionigio Prodi e sono un laureando in Infermieristica. Il mio percorso accademico mi ha costantemente messo a confronto con una realtà assistenziale sempre più incentrata sulla persona nella sua totalità. Linea conduttrice di tutto il corso è stata la sensibilizzazione verso l’assistenza a quella categoria di persone cosiddette fragili, a cui non appartengono solo gli anziani ma anche persone extracomunitarie, emarginati o persone che rappresentano una “minoranza” rispetto alle persone cosiddette “normali”. Ho quindi deciso di mettermi in discussione con una tematica a me non sconosciuta, in quanto facente parte integrante della comunità LGBT, ma che ancora non avevo affrontato sotto un profilo professionale e di analizzare come venisse progettata un’assistenza infermieristiche alle persone con disforia di genere. La mia ricerca bibliografica sulle banche dati mi ha sconcertato. A tutt’oggi non esiste un modello di assistenza rivolta a questa categoria, nonostante stia acquisendo una fetta di rappresentanza sempre più presente nella nostra società.

E’ così che mi sono lanciato in questo progetto, finalizzato alla stesura della tesi di laurea. Il progetto è incentrato sulla persona e sui bisogni infermieristici che potrebbero essere compromessi. Ho inizialmente contattato la presidentessa del MIT di Bologna, Porpora Marcasciano che mi ha accolto nel suo studio per un colloquio che, nonostante il mio progetto fosse di sicuro interesse, mi ha posto dei problemi burocratici e logistici rappresentati dalla distanza Milano-Bologna e mi ha messo in contattato con Antonia Monopoli responsabile dello Sportello Trans ALA Milano Onlus, che con grande professionalità e tanto cuore si è resa disponibile ad aiutarmi. Fino ad ora l’infermiere è sempre stato confinato nel ruolo dell’assistenza perioperatoria, ma in realtà il suo compito è quello di prestare assistenza in toto alla persona per garantirle il maggior benessere possibile. Si tratta di un progetto tutto nuovo, non ancora sperimentato in ambito infermieristico e spero che possa dar nuova luce alla problematica affinchè non si possa definire più tale. Per poter fare tutto ciò, ho però bisogno della collaborazione di molte persone transessuali e transgender in tutte le sue sfaccettature, al di là dei luoghi comuni che girano nella società. Vorrei riuscire ad intervistare 50 MtF e 50 FtM a cui non verrebbe posta nessun tipo di domanda se non quella di raccontare la propria esperienza, dando risalto anche alla parte sanitaria. Voglio usare la tecnica della medicina narrativa proprio perchè sono consapevole della sofferenza che si vive in una situazione del genere e per evitare domande che possano evocare situazioni o emozioni dolorose. Tutto questo nel massimo rispetto sia della persona che della privacy. Cerco quindi volontarie e volontari che abbiano voglia di raccontarsi consci di avere davanti una persona che li accoglie e che non giudica. Ho creato una pagina facebook dal nome TRANSparent Nursing, ma ho messo i massimi criteri di riservatezza a tutela di tutti. Per potervi accedere si può chiedere o ad  Antonia Monopoli o direttamente a me. Sono anche raggiungibile al numero 3294570814. Ringrazio anticipatamente tutti coloro che vorranno aiutarmi in questo importante progetto. Dionigio Antonio Prodi

La storia del movimento lgbt italiano – la nascita, le battaglie e l’oggi

Universi Gay presenta: La storia del movimento lgbt italiano – la nascita, le battaglie e l’oggi. Lunedì 25 maggio 2015 alle ore 20 presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Pavia.
Interverranno:
Franco Grillini – storico fondatore di Arcigay nazionale, giornalista e politico.
Giuseppina La Delfa – presidente di Famiglie Arcobaleno, associazione che si occupa di famiglie omogenitoriali.
Atonia Monopoli – responsabile dello Sportello Trans ALA Milano Onlus e una delle più importanti attiviste italiane per i diritti delle persone transessuali.
Guseppe Polizzi – fondatore di Coming-Aut in occasione del Decennale di Coming-Aut insieme agli interventi dei membri del Direttivo di Arcigay Pavia, per ricordare assieme e rivivere i momenti e le conquiste importanti ottenute in 10 anni di militanza sul territorio pavese

#10annidi #comingaut
#aspettandoilpride #paviapride

Proiezione del documentario “Antonia”

In previsione della Giornata contro l’Omotransfobia del 17/05/2015 il Gruppo Varco presenta la proiezione del documentario “ANTONIA” di Dimitri Singenberger con la partecipazione di Antonia Monopoli, responsabile dello Sportello Trans ALA Milano Onlus. Coordina l’evento Gerardo Maiello, scrittore, colui che ha già scritto una recensione che potete leggerla qui in basso. Il documentario sarà proiettato Martedì 28 aprile 2015 ore 20:30 presso Sala Claudiana della Libreria Claudiana via Francesco Sforza 12a Milano.

Prima parte della recensione: Molti sanno chi è Antonia Monopoli ma pochi sanno chi è Antonia. Antonia Monopoli è una nota attivista nel mondo dei diritti LGBTQI, responsabile dello Sportello Trans ALA Milano Onlus. Antonia è una donna transessuale, scarpe basse, trucco leggero, capelli lunghi e soffici che fanno pensare ad un rossastro tramonto, che vive il suo essere presente con la consapevolezza di chi sa di doversi guadagnare, con la forza e la costanza del vivere in un tempo che sfugge ma non ritorna, la felicità ritagliata da un angolo di silenzio nel caos della città: la casa di periferia ed una finestra dalla quale poter far entrare la luce del dì e della strada. (per approfondire la lettura sulla recensione 

4 Forum delle Politiche Sociali – Tutta la Milano possibile

Venerdì 6 Marzo 2015 – Ore 18.00  “Una città aperta e libera per uscire dal medioevo italiano. Confronto sui diritti civili con l’associazionismo lgbt” presso ufficio Casa dei Diritti del Comune di MilanoVia De Amicis, 10.
Programma: Modera: Miriam Pasqui
Saluti Istituzionali: Pierfrancesco Majorino – Assessore alle Politiche Sociali e Cultura della Salute del Comune di Milano;
Anita Sonego – Presidente della Commissione Consiliare Pari Opportunità del Comune di Milano;
Marco De Giorgi- DirettoreUNAR
Rita Innocenti – Assessora alla Cultura, Pari opportunità e politiche temporali, personale, rapporti con gli organismi di partecipazione e l’associazionismo democratico
Presentazione delle attività dello Spazio LGBT – Anno 2014

Intervengono:
Rete Lenford – Giacomo Cardaci: Lo stato giuridico delle persone LGBT: il grande puzzle della giurisprudenza italiane ed il grande gap del legislatore;
Love out Law – Laura Velutti e Manuela Rossi: presentano il progetto Lovedom e proiettano due corti ;
Immaginaria Film Festival: Proiezione del video: “Dream Date;
Ala Milano ONLUS – Sportello TRANS – Antonia Monopoli : Senza identità;
Compagnia Tecnologia Filosofica: “Comuni Marziani” video dello spettacolo per le scuole
Coordinamento Arcobaleno- Alessio Salinari e Cornelio Belloni: Omofobia
Arcilesbica-Zami- Paola Brandolini, Presidente Nazionale: “Oltre che doveri, diritti. L’azione di Arcilesbica
Diversity – Francesca Vecchioni

Amnesty International sarà presente con un banchetto per la raccolta firme a favore della giornalista russa Elena Klimova, accusata di propaganda LGBT
Sono stati invitati:
I Comuni facenti parte della Rete Re.a.dy per la Regione Lombardia
Le Associazioni LGBT Milanesi

Puoi scaricare il programma: 4.forum.politiche.sociali.tutta.la.milano.possibile

Sguardi #Trans – L’Altro Martedì – seconda tra(n)smissione

Come accennato nell’articolo precedente “Storie #Transgender”, Antonia Monopoli responsabile Sportello Trans di ALA Milano Onlus, gestisce una rubrica denominata “Sguardi #Trans” all’interno della trasmissione radiofonica “L’altro Martedì” di Radio Popolare condotta da Eleonora Dall’Ovo. Nella seconda trasmissione svolta il 13 gennaio 2015 ha intervistato Eli Gutierrez una ragazza asiatica, transgender di seconda generazione. In Oriente vengono definite LadyBoy o Katoy, una “categoria” molto ambita dai maschi eterosessuali italiani. Nata nelle Filippine immigrata in Sicilia attraverso il ricongiungimento famigliare. Immigrata successivamente a Roma per emanciparsi attraverso un lavoro nella grande città. Nonostante ha un permesso di soggiorno illimitato, una laurea in scienze e comunicazioni internazionali e nonostante ha coltivato la passione dell’estetica, nella grande città di Roma ha avuto discriminazione e ha pensato di trasferirsi in un’altra città del nord Italia, Milano. Ha contattato la responsabile dello Sportello Trans ALA Milano Onlus per avere un aiuto per la sua integrazione sociale, abitativa e lavorativa. Ovviamente durante l’intervista racconta molto altro ancora, se volete ascoltare la trasmissione cliccate il podcast.radiopopolare.it  

Il tuo tabù è la mia #famiglia – seconda rappresentazione

ALA Milano Onlus in partnership con il Comune di Milano Direzione Politiche Sociali e Cultura della Salute – Servizio Casa dei Diritti e la collaborazione con la fotografa Valeria Abis, presentano per la seconda volta la mostra: “Il tuo tabù è la mia famiglia“, venerdì 28 novembre dalle ore 10 alle ore 18 in via Edmondo De Amicis 10 – Milano

Progetto denominato “Il tuo tabù è la mia famiglia” è stato realizzato in occasione della giornata mondiale “Transgender Day of Remembrance” (evento di sensibilizzazione volto alla cittadinanza in ricordo delle vittime di transfobia e discriminazione) organizzata il 20 di novembre presso la Casa dei Diritti del Comune di Milano, dove è stata presentata ufficialmente la Campagna di sensibilizzazione di cui il progetto si fa promotore di (calendari, postcard e mostra fotografica). Successivamente al “lancio”, avvenuto, si sta valutando alcune possibilità di distribuzione dei calendari e delle postcard, nel frattempo oltre venerdì 09 novembre è in programma una terza rappresentazione della mostra all’interno della Casa dei Diritti del Comune di Milano che parte dal 09 al 13 dicembre.

Il progetto “Il tuo tabù è la mia famiglia” si rivolge alle persone transessuali e transgender, alle loro famiglie e al lavoro di sensibilizzazione ed informazione sui temi della transessualità, svincolandola possibilmente dalla “prostituzione“, dove è perennemente confinata. Spesso, infatti la conoscenza della realtà transessuale e transgender, è limitata, poco approfondita e fortemente influenzata da pregiudizi e stereotipi. Il progetto è stato realizzato, sul territorio milanese, in partnership con il Comune di Milano Direzione Politiche Sociali e Cultura della Salute – Servizio Casa dei Diritti, con la quale ALA Milano Onlus ha sviluppato un’intesa ed un pensiero comune su questi temi, condividendo alcune strategie in tema di pari opportunità. Quindi Vi invitiamo Venerdì 28 Novembre alle ore 10 alle ore 18 presso la Casa dei Diritti del Comune di Milano in via Edomondo De Amicis 10 alla seconda presentazione della mostra fotografica denominata “Il tuo tabù è la mia famiglia”. Non mancate.