Figli diversi di famiglie immigrate: il progetto “Seconde Generazioni LGBT”

Le seconde generazioni LGBT – ovvero le figlie e i figli di stranieri con percorsi di orientamento sessuale (omosessuale) e/o identità di genere (transessuale) – sono una realtà presente nelle nostre città che solo di recente è stata presa in considerazione nella sua specificità. Lo scorso 5 Novembre presso l’ufficio Politiche Sociali Casa dei Diritti del Comune di Milano sono stati presentati i primi risultati di un progetto che, ha tra gli altri obiettivi, quello di evidenziarne i percorsi. Il Guado (gruppo di riflessione su fede e omosessualità) ha chiesto a Massimo Modesti (pedagogista e antropologo) e ad Antonia Monopoli (responsabile dello sportello Trans ALA Milano Onlus), che hanno partecipato attivamente a questo progetto di partecipare e illustrare, in compagnia di alcuni attori protagonisti della loro ricerca giovani omosessuali che provengono da famiglie immigrate, all’incontro che si terrà sabato 5 dicembre alle ore 17 presso la sede del Guado in via Soperga 36 – Milano. Dopo l’incontro, alle ore 20.00, sarà possibile partecipare alla cena comunitaria (per prenotarsi o per informarsi scrivere a: gruppodelguado@gmail.com oppure chiamare il 347 7345323).